Lesioni pigmentarie delle mucose - Clinica Dermatologica Diffusa

Breaking

I nostri Soci

BANNER 728X90

lunedì 15 settembre 2014

Lesioni pigmentarie delle mucose

Angela Ferrari, Caterina Catricalà
Dipartimento Clinico-Sperimentale di Dermatologia Oncologica, Istituto San Gallicano, I.R.C.C.S., Roma

Le lesioni pigmentate delle mucose visibili (mucosa orale e genitali esterni),  includono lesioni melanocitiche e non melanocitiche di natura sia benigna che maligna.  La difficoltà spesso incontrata nella diagnosi differenziale clinica di tali lesioni può in alcuni casi essere superata con l'esame dermoscopico che rivela strutture non visibili ad occhio nudo ed i cui correlati istologici sono stati studiati per alcune di esse. In sede vulvare, i nevi (soprattutto comuni e atipici del tipo genitale) sono più frequentemente osservati nelle bambine e nelle adolescenti, mentre in età adulta (pre e post menopausa), le lesioni più comunemente riscontrate sono melanosi e melanoma. L'aspetto dermoscopico dei nevi comuni è sovrapponibile a quello dei nevi del tronco e degli arti, mentre i nevi atipici del tipo genitale (AMNGT), pur avendo un comportamento biologico benigno,  possono presentare caratteristiche clinico-dermoscopiche particolari, spesso indistinguibili da quelle del melanoma. L'aspetto dermoscopico più frequentemente osservato negli AMNGT è il pattern misto caratterizzato dalla combinazione di un pattern parallelo periferico (strutture ovalari allungate parallele tra loro) con un pattern omogeneo o globulare o di tutti e tre i pattern.  La diagnosi differenziale tra melanoma e melanosi è possibile grazie a criteri melanoma-specifici che non differiscono da quelli riscontrabili in melanomi di altre sedi (velo bianco-blu, depigmentazione reticolare, strie irregolari), e a pattern dermoscopici sito-correlati osservati nelle melanosi quali i pattern "ring-like", parallelo e "structureless". A livello delle mucose genitali maschili, gli aspetti delle melanosi e delle lesioni melanocitarie in senso stretto (nevi e melanoma) non differiscono da quelli delle stesse lesioni in sede vulvare. Sulla mucosa e pseudo-mucosa orale, le lesioni maggiormente osservate sono melanosi e lesioni vascolari, con gli aspetti "fish-scale" e "hyphal" più frequentemente riscontrati nelle prime, e aspetto omogeneo o sacculare rosso-bluastro nelle seconde. Nonostante la dermoscopia abbia migliorato l'accuratezza della diagnosi clinica, in casi dubbi è tuttavia sempre consigliabile effettuare un biopsia escissionale, o incisionale dermoscopicamente guidata, per escludere un melanoma.