Una strana dermatite del piede - Clinica Dermatologica Diffusa

Breaking

SIDeLP

lunedì 15 settembre 2014

Una strana dermatite del piede

Chiara Cortelazzi, Maria Luisa Conti, Carla Antonella Pepe, Sergio Di Nuzzo, Claudio Feliciani, Giuseppe Fabrizi
Clinica Dermatologica, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università Degli Studi di Parma, direttore Prof G. Fabrizi

Paziente di 75 anni, sesso maschile, riferiva comparsa nel 2009 di lesione eritematosa, talora desquamante della porzione distale del dorso del piede dx e falangi prossimali del II,III, IV e V dito. Nel corso degli anni ha effettuato numerose terapie antimicotiche nel sospetto di una tinea pedis senza alcun beneficio e terapie steroidee topiche con parziale e solo temporaneo miglioramento. Giungeva pertanto alla nostra osservazione per nuova valutazione e si decideva di effettuare un esame colturale per ricerca miceti (risultato negativo) ed una biopsia cutanea con esame istologico che così refertava: micosi fungoide, stadio in placca (WHO). Supportati dai dati della letteratura, abbiamo deciso di intraprendere ciclo di terapia fotodinamica con acido 5-delta-aminolevulinico (5 sedute a distanza di 7 giorni l'una dall'altra) con ottimo beneficio seguito dall'applicazione topica di 5-fluorouracile in crema per 6 settimane ottenendo la remissione del quadro obiettivo cutaneo.