La clinica della dermatite atopica. - Clinica Dermatologica Diffusa

Breaking

SIDeLP

mercoledì 7 giugno 2017

La clinica della dermatite atopica.

Prof. Giuseppe Fabrizi

La dermatite atopica costituisce la malattia più frequente in età pediatrica.

Dal punto di vista clinico si distinguono tre forme:

  1. La DA del lattante che comincio dopo il terzo mese di vita ed arriva sino al secondo anno di età
  2. La DA del bambino che va dal 2° anno di vita sino all’età scolare
  3. La DA dell’adolescente che comincia nel periodo adolescenziale ma può arrivare sino all’età adulta.

Questa terza forma è la meno frequente costituendo solo l’1-2% di tutte le forme cliniche di DA.
Dal punto di vista delle fasi di attività della malattia si distinguono due forme, quella acuta e quella cronica, che presentano quadri clinici e sintomi diversi tra di loro.

Esistono dei criteri diagnostici che consentono di porre diagnosi di DA e che si caratterizzano in criteri maggiori, quasi sempre presenti, e criteri minori, che possono essere presenti in numero parziale (criteri di Hanifin e Rajka, modificati)

Il decorso della malattia ha un andamento cronico recidivante ed è quasi sempre caratterizzato, oltre che dalle eruzioni cutanee tipiche, anche da intensa sintomatologia pruriginosa.

La terapia si avvale dei farmaci antiinfiammatori per uso topico, sia steroidei che non, e soprattutto di farmaci immunosoppressori per uso topico, a base di pimecrolimus e di tacrolimus. Nei casi gravi, estesi e resistenti ai comuni trattamenti, possono essere impiegati i farmaci biotecnologici.