La psoriasi nell’infanzia. - Clinica Dermatologica Diffusa

Breaking

SIDeLP

mercoledì 14 giugno 2017

La psoriasi nell’infanzia.

Giuseppe Fabrizi
IDI-IRCCS, Roma

La psoriasi è una dermatosi eritemato-squamosa, ad andamento cronico recidivante, che colpisce il 3-4% dell’intera popolazione.

Si calcola però che questa stima è sottovalutata, in quanto molte forme minime di psoriasi sia nell’adulto che nel bambino spesso non vengono riconosciute.

Le forme più frequenti di psoriasi nella prima infanzia sono: la sebopsoriasi, la psoriasi delle pieghe, la napkin psoriasis, la psoriasi minima.

Nella seconda infanzia la psoriasi si esprime clinicamente sulla pelle del bambino con quadri clinici simili a quella dell’adulto.

Una forma tipica di psoriasi nel bambino e/o nel ragazzo è la psoriasi guttata, forma che compare e si diffonde in poco tempo su tutto l’ambito cutaneo: in questi casi è da ricercare la presenza a livello del cavo orale di uno streptococco Beta emolitico di gruppo A.

Nel bambino si osservano anche forme localizzate al cuoio capelluto, alle superfici estensorie, la psoriasi nummulare, quella a placche, mentre per fortuna assai rara nell’infanzia è la psoriasi artropatica.

Vari sono gli approcci terapeutici alla psoriasi infantile e naturalmente ciò dipende dalla variabilità clinica della malattia stessa. In questi ultimi anni nelle forme gravi e resistenti ai comuni trattamenti si cominciano ad utilizzare i farmaci biotecnologici di ultima generazione.