Nuove frontiere diagnostiche in Tricologia - Clinica Dermatologica Diffusa

Breaking

I nostri Soci

BANNER 728X90

martedì 10 luglio 2018

Nuove frontiere diagnostiche in Tricologia

A. Rossi - M.C. Fortuna

SAPIENZA Università di Roma
Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche
Clinica Dermatologica
Dir. Prof. S. Calvieri

I capelli possono essere affetti da numerose patologie: alcune si devono considerare come proprie di questa struttura, altre, la maggioranza, sono a carattere sistemico. Le alterazioni del capello possono rappresentare l’epifenomeno di un disturbo generalizzato.
La diagnosi, in genere, è su base clinica e spesso può risultare estremamente complessa, in questi casi è necessario interpretare con molta attenzione alcuni minimi ma significativi segni e sintomi. Tuttavia per confermare il sospetto diagnostico, a volte, è necessario ricorrere ad alcune metodiche per lo studio di questo annesso cutaneo. Come avviene per tutte le tecniche ci troviamo, anche in questo settore, di fronte ad un'ampia gamma di possibilità che comprendono: esami semplici, realizzabili in tempi estremamente ridotti, a basso costo e facilmente eseguibili in qualsiasi laboratorio e/o studio medico; tecniche decisamente più sofisticate che richiedono attrezzature particolarmente complesse, personale qualificato in grado di gestirle e più dispendio-se.
Oggi, l’utilizzo della Tricoscopia ha assunto un ruolo preminente nella diagnostica tricologica; ciò ha contribuito allo sviluppo di una serie di metodiche che hanno rivo-luzionato gli standard della visita. Infatti, quello che un tempo si poteva ottenere attraverso metodologie empiriche e laboriose, attualmente è possibile ottenerlo in maniera semplice e standardizzata, immagazzinando tutta una serie di informazioni ri-guardo “lo stato di salute” del cuoio capelluto e del capello stesso. La possibilità di ottenere immagini che, correttamente elaborate, ci consentano di ricercare i vari markers per la diagnosi e il follow-up dei pazienti affetti da alopecia, ha modificato significativamente il rapporto tra Dermatologo e paziente. Inoltre, la possibilità di poter avere un archivio di tutti i pazienti con la relativa documentazione clinica e strumentale consente all’operatore di poter ottenere in tempi brevi tutte le informazioni idonee alla gestione del paziente. Gli autori discuteranno circa l’utilizzo delle nuove tecnologie per la diagnosi e la gestione del paziente con alopecia.